Corel illustra le novità per il 2020 di quello che è il suo prodotto di punta: la CorelDRAW Graphic Suite 2020. Sceglie per questo evento un webinar gratuito e aperto a tutti (previa iscrizione) tenuto da un professionista ampiamente riconosciuto come Roberto Capuozzo (Corel Specialist Italia), affiancato da Giovanni Ragusa (Sales Manager Corel).
Ecco allora, nel dettaglio, quanto presentato.

CorelDRAW e le basi della comunicazione

«La grafica si sta evolvendo» Si apre con questa affermazione il webinar tenutosi il 12 marzo sulla CorelDRAW Graphic Suite 2020 per il lancio del nuovo prodotto.
Ma come si sta evolvendo? Sicuramente l’intelligenza del software, che amplia le possibilità dei grafici e degli addetti ai lavori, permette di raggiungere risultati ancora più elaborati e funzionali. A questa si sommano output sempre più dinamici, intelligenti e veloci (siamo costantemente collegati al web con i nostri computer, tablet e smartphone) che richiedono un design sempre più empatico e funzionale.
Ultima, ma non per importanza, va considerata la collaborazione: collaborare tra colleghi (per i grafici i riscontri sono sempre fondamentali!), ma anche con i clienti per una filiera produttiva ottimizzata che fa risparmiare tempo ed energie.

Aggiungiamo un’altra considerazione. Sara Riis-Carstenser, esperta di Branding e direttrice di marchi come LEGO e Carslberg dice «Gli elementi che costituiscono l’identità visiva sono le rifiniture e i tocchi finali che permettono alla strategia del marchio di prendere vita dal punto di vista visivo in tutti i touchpoint e le esperienze clienti». Riassumendo: un logo ben progettato, così come la tipografia e le scelte cromatiche influiscono sulla percezione del Brand anche in modo subliminale ed è per questo che la CorelDRAW Graphic Suite 2020 è studiata per aiutare (con le proprie potenzialità e facilità d’uso) grafici e designer nella loro missione e nel lavoro quotidiano, sia questo nel campo della moda, dell’illustrazione, della grafica stampata, della fotografia ecc.

VisualBrandCorelDraw

E non scordiamo che il pacchetto di software di CorelDRAW è ALL-IN-ONE e non necessita quindi dell’intervento di altre applicazioni esterne durante il ciclo produttivo di un progetto.

L’importanza della collaborazione nel mondo della comunicazione

Con il claim “Crea – Connetti – Completa” vengono bene riassunte le infinite possibilità della Graphic Suite 2020.
Come vedremo a breve vengono forniti e migliorati molti strumenti per il grafico che deve creare il progetto. Questi gli permettono di connettersi con colleghi e clienti per poi completare il tutto in modo ottimale, semplice e veloce. Inoltre, grazie alla condivisione e alla personalizzazione di flussi di lavoro specifici, il progetto finale sarà già stato visto e revisionato da tutte le figure professionali coinvolte, evitando così incomprensioni, refusi e perdite di tempo.

La Graphic Suite di CorelDRAW (che include Corel PhotoPAINT, Corel Font Manager, PowerTRACE, CorelDRAW.app e AfterShot 3 HDR) è una suite ALL-IN-ONE adatta a tutti i settori produttivi, dalla moda alla grafica stampata, dalla creazione di layout al wrapping, dal fotoritocco all’arte.
Una nuova release del pacchetto, quella del 2020, progettato per Mac e ottimizzato per Windows 10, che non lascia nulla al caso: gli sviluppatori Corel si sono infatti impegnati per garantire la massima compatibilità con gli “attrezzi del mestiere” tipici di un’agenzia grafica, come gli schermi touch e le tavolette grafiche.

CorelDRAW Graphic Suite 2020: i punti di forza

Un macro-argomento che però contiene molte novità che faranno brillare gli occhi a più di un grafico.
Ma andiamo con ordine.

1) La tipografia | Flessibilità nei caratteri variabili

Una delle più grandi innovazioni all’interno della nuova suite la troviamo nelle impostazioni della tipografia. CorelDRAW 2020 sfrutta infatti la flessibilità dei caratteri variabili (Open Type) per lasciare spazio alla creatività del grafico e offrendogli una possibilità di personalizzazione del testo mai vista prima.
Tramite una semplice finestra è infatti ora possibile andare a modificare (restando all’interno dello stesso font, senza utilizzarne quindi le varianti) elementi come l’ampiezza delle curvature, la lunghezza delle ascendenti o delle discendenti, o la spaziatura tra i singoli caratteri. Il tutto, lo ricordiamo, con un solo carattere variabile che sia questo un graziato, un sans-serif, un monospaziato ecc.
Sempre all’interno del mondo della tipografia importanti aggiornamenti riguardano il supporto agli elenchi puntati e numerati, anche multilivello.

CaratteriVariabiliCorelDRAW

 2) L’intelligenza artificiale e l’apprendimento automatico

L’intelligenza artificiale la fa da padrone nell’evoluzione di un pacchetto come quello di CorelDRAW 2020 che affida alla tecnologia intuitiva il lavoro (le ore di lavoro!) che i grafici hanno storicamente dovuto sobbarcarsi.
Un esempio è dato dal Corel PowerTRACE che permette la migliore tracciatura vettoriale dei bitmap di sempre.
Basta infatti selezionare un bitmap all’interno del proprio documento e con pochi semplici click trasformarlo in un file vettoriale davvero vicino all’immagine originale, lasciando al grafico la possibilità di personalizzazione e comunque sempre l’opportunità di ritornare all’immagine originale (funzione estremamente comoda per convertire ad esempio un marchio, anche ricco di colori, ricevuto dal cliente in un formato di compressione).
PowerTraceCorelDraw

Anche l’upsampling e l’eliminazione degli artefatti saranno visti come puro ossigeno dai grafici. Quante volte infatti alla richiesta di un’immagine in alta (per una brochure, un poster, una cartolina…) ne riceviamo una in bassa? «Ho solo questa, spero vada bene…». Ora finalmente la risposta potrà essere «Sì, va bene, ci penso io». La CorelDRAW Graphic Suite 2020 permette infatti, grazie all’intelligenza artificiale, di ottimizzare le immagini in bassa risoluzione migliorando i bordi ed eliminando (sempre in base alle regolazioni data dall’utente) gli artefatti da compressione.
Basta selezionare il bitmap -> “nuovi artefatti” -> “elimina i difetti nell’immagine”.
TA-DAN! L’immagine (anche ingrandita rispetto all’originale!) è ora ripulita dal rumore, ma conserva bordi e nitidezza. Il tutto senza ricorrere a software e/o documenti esterni.

RimozioneArtefattiCorelDRAW

Il riconoscimento dei bordi e degli artefatti permette inoltre di liberare la propria creatività anche nel campo artistico e illustrativo grazie a un archivio di stili (“preconfezionati”, ma sempre e comunque regolabili dal grafico) presenti in PhotoPAINT.
Occorre un’immagine che richiami le pannellate di Van Gogh? Bene.
Basta cliccare su “Effetti art style” -> “effetti” -> “creative” -> “stile motivo” -> “post-impressionista”. Pochi secondi ed ecco il (sorprendente) risultato!
Anche qui basta cliccare sull’icona con l’occhio nel pannello delle proprietà per oscurare l’effetto (o gli effetti) e ripristinare l’immagine originale.

Dulcis in fundo il peggior nemico dei grafici. No, non il comic sans, ma… Lo scontorno!
È sufficiente eseguire una selezione vicina al bordo (anche imprecisa) e il programma capirà le nostre intenzioni offrendoci subito una selezione precisa ed efficace. Selezione a cui potremo applicare gli effetti visti nei paragrafi precedenti.

3) Prestazioni ottimizzate per iOs e Windows 10

I tempi morti (per l’avvio, il salvataggio, il ricalcolo) sono qualcosa di inevitabile, anche se nel corso degli ultimi anni si sono ridotti già pesantemente passando da «Ho lanciato il salvataggio, vado a pranzo» a «Ho lanciato il salvataggio, intanto mi prendo un caffè».
CorelDRAW Graphic Suite 2020 ottimizza i tempi di attesa per offrire ai propri utenti maggiore velocità e riscontri che interferiscono il meno possibile con il flusso di lavoro.
Naturalmente i tempi di calcolo sono proporzionali alle dimensioni dell’elaborato, all’accuratezza dei dettagli e alla qualità necessaria, ma la Graphic Suite 2020 è studiata anche per avere ottime performance su qualsiasi computer (Mac o PC) negli standard attuali. Ecco quindi una tabella con i requisiti di sistema necessari all’installazione e al buon funzionamento dei software. Se il vostro computer ha questa GPU e queste caratteristiche vedrete che la vostra velocità produttiva ne risentirà positivamente.
(NOTA per gli utenti WINDOWS: per garantire tutte le funzionalità relative all’intelligenza artificiale è necessario disporre di Windows 10 a 64 bit).
RequisitiSistemaCorelDRAW

4) Collaborazione dentro e fuori dall’ufficio con CorelDRAW.app

La CorelDRAW Graphic Suite 2020 pensa proprio a tutti i passaggi della filiera produttiva all’interno di un’agenzia grafica. Ma se finora ci siamo occupati di quanto interessa strettamente il grafico andremo ora a vedere come il progetto, una volta definito, possa favorire la collaborazione grafico/grafico, grafico/collega, grafico/cliente.
Ecco entrare in gioco un altro elemento della Suite 2020: CorelDRAW.app
Si tratta di un innovativo mezzo di comunicazione che permette a chiunque si trovi a condividere un progetto di poter inserire i propri commenti, annotazioni e spunti. Il tutto direttamente sul file!
Tranquilli, amici grafici, il cliente non potrà intervenire direttamente sulla composizione, ma potrà utilizzare il file che condividerete per inserire semplici frecce, testi e annotazioni che poi voi ritroverete direttamente nel file e che potrete andare a modificare con il vostro CorelDRAW. (Ad esempio il cliente o il collega potranno inserire una freccia e indicare “inserire l’immagine qui” o “marchio in negativo”, ma non potranno farlo loro direttamente).
Per fare questo basta cliccare su “Menu commenti” -> “Aggiungi campi” e cliccare nel punto dove intervenire.
Per beneficiare a pieno di tutti gli strumenti di commento è necessaria la versione in abbonamento, ma anche la versione per gli utenti con licenza perpetua permette uno scambio di informazioni utile al flusso di lavoro (anche se più limitata in alcune funzionalità).

L’opzione di accesso è flessibile (tramite Google, office o in modalità Accesso ospite) e garantisce la possibilità di intervento condiviso tra le figure professionali coinvolte nel processo. In alternativa è anche possibile caricare i file sul CorelCloud.
Un’ottima soluzione per ottimizzare i tempi e collaborare al meglio. Rapido, semplice, intuitivo!
Un ultimo appunto: una volta fatta una modifica c’è la possibilità di inviare una notifica agli autori delle note per informarli del lavoro svolto, risparmiando così anche il tempo di scrittura delle mail.
Migliorie anche nella creazione dei PDF per stampa, in cui sono stati ottimizzate le impostazioni di esportazione.

AnnotazioniCorelDraw

5) Collaborazione tra utenti e Corel

Richieste, wishlist, appunti… Corel è sempre all’ascolto dei propri utenti e li invita a inviare materiale che possa aiutare la casa madre nello sviluppo dei propri prodotti per offrire sempre il meglio.
Alcuni di questi hanno portato ai miglioramenti descritti nei paragrafi precedenti e saranno utili a milioni di utenti in tutto il mondo! Chapeau!

Acquistare una licenza o un abbonamento CorelDRAW GraphicSuite 2020

Come sempre Corel viene incontro alle necessità dei propri utenti anche da un punto di vista economico offrendo diverse possibilità di acquisto: è infatti possibile scegliere tra una abbonamento annuale o una licenza perpetua (con possibilità di maintenance).

L’appuntamento con Corel è ai prossimi webinar (qui sotto la registrazione del webinar CorelDRAW Graphic Suite 2020 del 12 marzo), seguici su facebook e Instagram per non perdere nessun aggiornamento.
Nel frattempo scopri CorelDRAW Graphic Suite 2020 sul nostro sito o contattaci via e-mail all’indirizzo info@espresso.it per richiedere maggiori informazioni. Il nostro customer service è sempre a tua disposizione!