Da sempre chi dice “Pantone” dice “Stampa”, o, ancora meglio, “Certezza nella stampa”.
Le mazzette Pantone sono infatti un riferimento per i grafici di tutto il mondo e una certezza per i clienti che sapranno di ritrovare fedeltà e costanza nella comunicazione aziendale.
Già, ma la comunicazione aziendale include anche sito internet, app, social e in generale tutto il mondo online e digital…
Ma Pantone offre anche codifiche universali (RGB e HTML) anche per queste necessità.

Pantone Color Bridge: una guida per ogni necessità. Oggi anche per il web!

La Pantone Color Bridge è sempre stata la soluzione per chi, dovendo affrontare una stampa in quadricromia, desiderasse continuità cromatica con il resto della propria comunicazione.
Le quattro percentuali per il passaggio Pantone -> CMYK (e viceversa) sono infatti dettate dalla Pantone stessa, che garantisce quindi una soluzione alternativa, ma comunque efficace.
Ma come detto nel paragrafo precedente l’immagine coordinata di un’azienda non si limita più alla sola carta stampata. Sono infatti sempre più i supporti digitali (sito internet, app, software ecc.) che si discostano dalla stampa, ma hanno comunque la necessità di comunicare l’azienda anche attraverso i suoi colori.
Ecco allora che anche la Pantone Color Bridge si è evoluta proponendo a grafici, stilisti, designer… e anche ai web master e web developer le codifiche RGB e HTML dei 2.139 colori del campionario Pantone Matching System (PMS).

pantone-color-bridge

Codifiche Pantone per web. I vantaggi.

Pantone è quindi affacciato su un nuovo mondo e, detto questo, questo paragrafo potrebbe chiudersi qui. Ma entrando più in profondità si scoprono tante piccole sfumature che sono manna per grafici, designer, stilisti e naturalmente sviluppatori web.
Una su tutte è la comodità di un riferimento comune… addirittura più pratico di quello per la stampa!
Se infatti per un grafico “della vecchia scuola” l’invio di una Pantone Chip alla tipografia o allo stampatore era una certezza matematica del risultato finale, ora è sufficiente inviare un codice esadecimale per ritrovare la stessa sicurezza sul risultato online.

Pantone e allineamento del team di lavoro, anche in smartworking

Da non sottovalutare nemmeno l’apporto che Pantone offre in un periodo come quello che abbiamo appena vissuto e in cui il lavoro a distanza si è trasformato nella quotidianità.
Oltre alle codifiche WEB, appena descritte, tramite la piattaforma Pantone Connect l’allineamento e la collaborazione sul colore raggiungono livelli davvero altissimi. La piattaforma offre infatti agli utenti registrati l’intera gamma dei colori Pantone, l’opportunità di acquisirli dal mondo circostante (le Color Match Card hanno strappato un sorriso di gioia a più di un grafico) e quella di condividerli (singolarmente o già in palette) con il proprio team di lavoro attraverso i software Adobe Creative Cloud.

pantone-color-match-card

Pantone. Si chiude l’era della stampa?

Domanda volutamente provocatoria. E la risposta è certamente “NO!”
La grafica stampata, anche se ha inevitabilmente subito negli ultimi anni l’evoluzione della comunicazione digitale, ha ancora vita lunga!
L’attenzione che si presta a uno stampato non subisce la velocità di uno scroll o le dimensioni ridotte di uno smartphone. Pantone nell’ambito della stampa è ancora (e sarà per molto) un riferimento chiaro e imprescindibile.
L’evoluzione verso il digital è solo una giusta e necessaria espansione del core aziendale.

Visita il nostro e-store per scoprire i prodotti Pantone. Un mondo (di colori) ti aspetta!